Turismo in Spagna: prospettive nel 2021

Le spiagge in Spagna non saranno riaperte fino alla fine del 2020, poiché l’industria del turismo tornerà alla normalità solo dopo questo travagliato anno. Di fatti, la banca centrale spagnola ha spinto la ripresa economica ancora più in lontananza, prevedendo che la crisi del turismo continuerà ancora. Le prospettive desolanti hanno stimolato il sentimento anti-austerity in Spagna e nell’Unione Europea, ma ci si augura comunque che la Spagna possa cavarsela una volta che il virus sarà sconfitto e il pilastro della sua economia, il turismo, sarà ricostruito. I confini europei saranno infatti riaperti e, sebbene i turisti in Spagna per

Le 3 migliori citta della Florida

Individuare le migliori citta della Florida non e semplice, considerata la ricchezza di alternative che si hanno a disposizione. Tuttavia, una top 3 delle migliori realtà urbane del Paese non può certamente privarsi di citare Orlando, con parchi a tema come Walt Disney e Universal Studios che coprono grandi aree della città. Altre popolari attrazioni di Orlando includono SeaWorld e Discovery Cove, che permettono ai visitatori di avvicinarsi da vicino ad alcune delle più grandi star della zona: balene, delfini, mante e leoni marini. Ma sarebbe un peccato perdersi il bellissimo centro di Orlando. Tranquille strade alberate, negozi boutique, gallerie

Viaggio al Kennedy Space Center

Il Kennedy Space Center è una delle attrazioni più emozionanti, affascinanti ed educative della Florida. Situato sulla Space Coast del Paese americano, questo enorme complesso è il luogo in cui l’esplorazione spaziale ha fatto la storia e continua ancora oggi a stupire. Oggi è possibile vedere i razzi e lo Space Shuttle Atlantis, incontrare un astronauta e conoscere le missioni nello spazio. Il Kennedy Space Center Visitor Complex è suddiviso in zone di missione, ognuna delle quali presenta interessanti esposizioni e mostre interattive incentrate su temi specifici. I display sono progettati pensando a tutte le età, il che rende questa

La città di Sapporo

Anche se quando si parla del Giappone si finisce sempre con il parlare di Tokyo o Kyoto, o magari Osaka o Nara, è bene sottolineare che in realtà è Sapporo la migliore destinazione invernale del Giappone, nota per le sue numerose stazioni sciistiche e per il Sapporo Snow Festival all’inizio di febbraio. Il festival attira scultori di ghiaccio da tutto il Paese, che costruiscono imponenti castelli di ghiaccio e statue che di notte vengono illuminate con luci colorate. La notorietà di questo festival è talmente elevata che è molto probabile che tu ti sia imbattuto in qualche foto di alcune

Una breve guida a Arashiyama

Divertente e facile gita di un giorno partendo da Kyoto, Arashiyama è a mezz’ora di distanza dal centro della città ed è il rifugio perfetto per chi ha poco tempo a disposizione e non vuole allontanarsi troppo dal caos della metropoli. Sebbene sia considerato un quartiere di Kyoto, Arashiyama è riuscito a preservare il suo fascino rurale, grazie anche alla sua vegetazione lussureggiante e al fatto che si estende su una serie di colline. Una delle attrazioni più piacevoli per le famiglie è il Parco delle scimmie di Iwatayama. Anche se a 15 minuti a piedi dal centro di Arashiyama

La città storica di Nara

A non troppa distanza da Kyoto, da dove è possibile pianificare una bellissima gita di un giorno, si trova la bella città storica di Nara, raggiungibile autonomamente o, meglio ancora, data la sua posizione relativamente (per gli standard giapponesi) remota, prendendo in considerazione la possibilità di vedere la città come parte di un tour organizzato. Una volta arrivato, potrai ammirare il meglio dei templi e dei santuari della zona, nonché lo storico castello di Nijo. Sembra che non sia stato toccato dal tempo, i tanti bei vecchi edifici e le strade di Nara fanno di questa città uno dei luoghi

Visita agli Universal Studios giapponesi!

Una delle attrazioni più recenti della città di Osaka, ma che sta rapidamente diventando una delle cose più importanti da fare in questa meravigliosa città giapponese, è rappresentata dagli Universal Studios Japan, che sono anche uno dei siti più frequentati della città, attirando circa 10 milioni di visitatori ogni anno. Uno dei cinque parchi a tema Universal in tutto il mondo, quello situato nella località di Osaka offre una serie di ben noti franchising di cultura pop, insieme ad alcuni unici nel loro genere. Tra le recenti aggiunte vi è Hollywood Dream: The Ride, un divertente ottovolante che a volte

La moschea di Al-Azhar del Cairo

La moschea di Al-Azhar è il più bell’edificio dell’epoca fatimide del Cairo, ed è anche una delle prime moschee superstiti della città, completata nel 972 d.C.. È anche una delle più antiche università del mondo – il califfo El-Aziz le ha conferito lo status di università nel 988 d.C. (l’altra università in lizza per lo status di “più antica” è a Fes) e oggi, l’Università di Al-Azhar è ancora il principale centro teologico del mondo islamico. Insomma, si tratta di un luogo che per importanza culturale e religiosa merita certamente una visita obbligatoria nel proprio viaggio al Cairo. Per quanto

Vienna, una visita al Palazzo Schönbrunn

Se come noi ami Vienna, e vuoi saperne un po’ di più sulla storia e sulle bellezze di questa città, il nostro suggerimento non può che essere quello di organizzare una bella visita al Palazzo Schönbrunn. Situato alla periferia di Vienna, il barocco palazzo di Schönbrunn è stato completato all’inizio del 1700 e successivamente trasformato in residenza estiva dall’imperatrice Maria Teresa. I punti salienti di un tour attraverso le 40 sale del palazzo aperte al pubblico sono gli appartamenti reali; la Grande Galleria, con i suoi dipinti decorati sul soffitto; la Sala del Milione; il salone di Maria Teresa, con

1 holiday-2880261_960_7

Viaggi extra-europei: si può ancora viaggiare?

Il mondo dei viaggi non si è fermato del tutto anche se è stato caratterizzato da numerosi problemi e blocchi nel corso dei mesi passati. Per gli amanti dei viaggi alla scoperta del mondo, quindi, ci sono buone possibilità di continuare a esplorare sempre nuove mete con qualche accortezza in più e pianificando al meglio tutti i dettagli. Vediamo com’è la situazione extra-europea e cosa ti serve per viaggiare in tutta sicurezza.

4 cose imperdibili da vedere a Innsbruck

Innsbruck si trova nell’ampia valle dell’Inn, all’incrocio di due importanti vie di comunicazione tra la Germania e l’Italia e tra Vienna e la Svizzera. Tra le mete turistiche più popolari dell’Austria durante tutto l’anno, Innsbruck ha mantenuto il suo centro storico medievale con le sue strade strette e tortuose e le sue case alte in stile tardo gotico, donando ai visitatori un piacevole panorama. La maggior parte delle sue popolari attrazioni sono raggruppate vicino al centro storico, le cui affascinanti stradine strette offrono ai turisti un sacco di cose da vedere e da fare.

Insomma, ovunque vi troviate, godrete di una splendida vista sull’enorme anello di montagne che vi circonda. A nord si ergono le cime frastagliate della Nordkette (catena del nord), nella catena del Karwendel; a sud, sopra la cresta boscosa del Bergisel, si trovano la Saile di 2.403 metri e il gruppo dei Serles; a sud-est, sopra Lanser Köpfe, si trova la cima rotonda del Patscherkofel di 2.247 metri, popolare tra gli sciatori. Gli impianti sportivi costruiti per i Giochi Olimpici Invernali del 1964 e 1976 attirano ancora oggi folle di sciatori e sono teatro ogni anno di gare nazionali e internazionali.

Detto ciò, il nostro suggerimento è quello di dirigervi verso la spettacolare chiesa di corte di Innsbruck, la Hofkirche, completata nel 1563 in stile tardogotico. Questa chiesa a tre navate, con il suo stretto coro e il campanile decentrato, conserva molti elementi interni di rilievo, in particolare l’altare maggiore e gli altari laterali del XVIII secolo e un paravento del XVII secolo. La parte più importante della chiesa, tuttavia, è la spettacolare Tomba e Museo dell’Imperatore Massimiliano I. Costruita nel XVI secolo, è considerata la più bella opera della scultura rinascimentale tedesca. Concepito come una glorificazione del Sacro Romano Impero, la caratteristica centrale del monumento è il suo massiccio sarcofago in marmo nero con una figura in bronzo dell’imperatore del 1584, circondato da uno schermo in ferro battuto e 24 rilievi in marmo raffiguranti eventi della vita dell’imperatore. Degni di nota sono anche le 28 statue in bronzo degli antenati e dei contemporanei dell’imperatore, tra cui quelle del conte Albrecht IV d’Asburgo e del re Artù d’Inghilterra, quest’ultimo considerato la più bella statua di cavaliere dell’arte rinascimentale.

Quindi, andate verso il porticato Herzog-Friedrich-Strasse, fiancheggiato da belle case, che entra nel centro storico da sud e si dirige direttamente verso il famoso Goldenes Dachl. Questa magnifica finestra a bovindo tardogotico, coperta da tegole di rame dorato, fu costruita nel 1496 per commemorare il matrimonio di Massimiliano I con Bianca Maria Sforza e serviva come scatola da cui la corte assisteva ai festeggiamenti civici nella piazza sottostante. Composta da 2.657 tegole di rame dorato, la balaustra inferiore del Tetto d’Oro è riccamente decorata con stemmi, mentre il balcone aperto soprastante presenta dieci rilievi figurali. La casa dietro, il Neuer Hof, era un antico palazzo ducale ricostruito nel 1822.

Altro punto di attrazione imperdibile è l’antico palazzo di corte di Innsbruck, Hofburg – un’antica residenza imperiale costruita originariamente nel XV e XVI secolo – ristrutturata in stile barocco e rococò nel XVIII secolo per ordine dell’imperatrice Maria Teresa. La visita guidata (disponibile in inglese), comprende i suoi lussuosi appartamenti con soffitti finemente dipinti. Particolarmente memorabile è la Sala delle Giganti (Riesensaal), una grande sala in marmo lucido e decorata in bianco e oro, con tre grandi affreschi del 1775 e bei ritratti della famiglia imperiale. Altri punti di forza sono le Stanze di Maria Teresa, l’Appartamento dell’imperatrice Elisabetta, la Galleria Ancestrale, il Museo del mobile e la Pinacoteca.

Puntate poi la bussola sul Centro Storico di Innsbruck. Il quartiere semicircolare del centro storico, racchiuso da un anello di strade noto come il Graben (fossato), è oggi un’area pedonale dove è possibile passeggiare attraverso 800 anni di storia. Il centro storico di Innsbruck, con i suoi stretti frontoni, le belle porte, le finestre a bovindo, le case medievali a contrafforti e le facciate con portici, è ricco di esempi di architettura tirolese antica e di influenze meridionali, oltre a sontuosi edifici rinascimentali, barocchi e rococò. Tra i punti salienti di un tour a piedi si trova il bellissimo Helblinghaus, noto per la sua splendida facciata in stucco con putti e altri ornamenti decorativi. Nelle vicinanze si trova l’aquila reale del XVI secolo (Goldener Adler), un’antica locanda un tempo molto amata dagli imperatori come lo era da scrittori come Goethe. Merita una visita anche la Stadtturm, una torre di guardia alta 57 metri, costruita nel XIV secolo, con l’adiacente Old Rathaus che offre una splendida vista sulla città vecchia. Altri punti di riferimento interessanti sono l’Ottoburg, una torre residenziale costruita nel 1494, la Deutschordenshaus (Casa dell’Ordine Teutonico) costruita nel 1532 e la Burgriesenhaus (Casa del Gigante del Castello), costruita nel 1490 per un gigante di corte.

About The Author

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi