Nuovo visto turistico per la Grecia

Gli imprenditori greci sono ottimisti sul fatto che l’aumento dei visitatori turchi colmerà il vuoto lasciato dalla diminuzione dei turisti israeliani. I viaggiatori provenienti dalla Turchia potranno infatti visitare 10 isole greche con un visto temporaneo accelerato, ha annunciato il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis dopo lo storico incontro dello scorso dicembre con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Viaggio sull’Eastern & Oriental Express

Dopo quasi quattro anni, l’Eastern & Oriental Express è tornato sulle rotaie. Il treno, gestito dalla compagnia di viaggi di lusso Belmond, ha accolto questa settimana la sua prima serie di passeggeri da quando ha smesso di circolare a causa della pandemia di Covid-19. Il treno di lusso opera nel Sud-Est asiatico dal 1993, quando ha iniziato a trasportare i viaggiatori tra Singapore e Bangkok. Tuttavia, sono cambiati diversi elementi chiave del treno, tra cui il suo percorso. La Thailandia è stata eliminata e sostituita da due nuovi viaggi, che iniziano e terminano a Singapore ed esplorano diversi lati della

migliori bar

Quali sono i bar migliori del mondo secondo 50 Best

Il Sips di Barcellona, in Spagna, è il miglior bar del mondo, secondo la classifica stilata quest’anno dall’organizzazione 50 Best. La classifica annuale è stata pubblicata anche quest’anno da William Reed Business Media, una società con sede nel Regno Unito che pubblica anche la lista “The World’s 50 Best Restaurants” e, per la prima volta, “The World’s 50 Best Hotels”, pubblicata a settembre. L’organizzazione 50 Best pubblica ogni anno la classifica dei “50 migliori bar del mondo” dal 2009, e da allora Londra e New York dominano gli elenchi. Ma negli ultimi due anni i bar di Barcellona hanno scalato

maldive

Perché gli indiani non vogliono più andare nelle Maldive

I post sui social media dei funzionari maldiviani potrebbero costare al Paese milioni di entrate turistiche, mentre si intensificano gli appelli dei viaggiatori indiani a boicottare la nazione insulare.  Ma che cosa è accaduto? “Negli ultimi due giorni abbiamo registrato un calo del 40% delle prenotazioni“, ha dichiarato Ankit Chaturvedi, vicepresidente e responsabile globale del marketing dell’azienda indiana di software per viaggi Rategain. “La maggior parte delle persone prenota nei fine settimana e quindi il calo sembra più significativo perché idealmente sarebbero dovute aumentare“, ha dichiarato ancora.

martinica

Le migliori esperienze di viaggio per il 2024

I lockdown hanno incentivato l’ascesa delle esperienze di viaggio, attività significative e mirate che permettono di immergersi in una destinazione in modo più profondo e spesso più lento. La società di viaggi di lusso Virtuoso ha chiesto a 20.000 dei suoi consulenti di viaggio di condividere le loro esperienze migliori per il 2024. Ecco quali sono.

azerbaijan

Le migliori destinazioni invernali dell’Azerbaijan

L’Azerbaijan si sta ritagliando un ruolo di crescente importanza come destinazione invernale. Ma quali sono le sue migliori località? Situato nella regione di Gusar, lo Shahdag Mountain Resort è la prima stazione sciistica del Paese. Prende il nome dal maestoso monte Shahdag e offre servizi all’avanguardia per gli sciatori principianti e avanzati. I recenti sviluppi infrastrutturali del resort si sono peraltro concentrati sull’ampliamento delle piste da sci, che hanno raggiunto una lunghezza totale di 30 chilometri. Ma Shahdag è conosciuta non solo per lo sci, considerato che qui si trova l’unico mountain coaster del Caucaso.

Le navi da crociera che saranno inaugurate nel 2024

Nel 2024 saranno inaugurate diverse navi spettacolari di nuova costruzione, dalle due nuove navi da crociera Royal Caribbean da record alle prime navi fluviali che navigano sul Rio Magdalena in Colombia.

Quanto vale il turismo a New York

New York City Tourism + Conventions, l’organizzazione ufficiale di marketing della destinazione e l’ufficio congressi e visitatori per i cinque distretti di New York City, ha riferito che quest’anno il turismo di New York ha generato un impatto economico di 74 miliardi di dollari.  Si prevede che quest’anno la città attirerà più di 61 milioni di turisti, quasi alla pari con il record del 2019. L’industria del turismo sostiene 380.000 posti di lavoro a New York, dai grandi alberghi ai negozi di souvenir. I lavoratori del settore alberghiero rappresentano quasi il nove per cento dell’intera forza lavoro di New York.

alaska

Le più memorabili disavventure dei turisti nel 2023

Nel 2023 i viaggi hanno raggiunto livelli record, ma l’afflusso di viaggiatori ha comportato un maggior numero di incidenti. Ecco un riepilogo di alcuni dei più importanti incidenti di viaggio dello scorso anno.

Amsterdam, il miglior periodo per andare in questa splendida città!

Amsterdam è una delle più incantevoli destinazioni per un viaggio più o meno breve, che possa permettere di godere pienamente delle caratteristiche di questo territorio olandese. Ma quale è il miglior periodo dell’anno per poter visitare Amsterdam?

Alaska: geografia, popolazione, economia e storia

alaskaLo Stato americano dell’Alaska è un’immensa regione di grande bellezza naturale ma con pochi abitanti. Soprannominata l’Ultima Frontiera, l’Alaska comprende coste frastagliate, ghiacciai enormi e le montagne più alte del Nord America. La sua capitale è Juneau.

Geografia dell’Alaska

L’Alaska è lo Stato più grande del Paese tanto che quando è diventato uno Stato dell’Unione, la superficie degli Stati Uniti è aumentata di un quinto. Stato più settentrionale, l’Alaska non è collegato agli altri Stati degli Stati Uniti continentali, ma si protende invece verso ovest dal Canada nell’Oceano Artico e nel Mare di Bering. La catena delle isole Aleutine si estende a sud-ovest dell’Alaska continentale. A sud-est si trova una striscia di terra chiamata panhandle, che confina con la provincia canadese della British Columbia.

L’Alaska settentrionale si trova invece nelle regioni artiche. Lungo la costa settentrionale si trova una terra piatta e priva di alberi, chiamata tundra. Il terreno rimane ghiacciato tutto l’anno. A sud della tundra si trovano le montagne della Brooks Range. La parte centrale dell’Alaska è una vasta pianura con molte foreste, paludi e laghi. Lo Yukon, il fiume più grande dell’Alaska, scorre attraverso questa regione mentre due catene montuose – l’Alaska Range e l’Aleutian Range – corrono lungo la costa meridionale dell’Alaska.

Il Monte McKinley, nella catena dell’Alaska, raggiunge un’altezza di 6.194 metri ed è il punto più alto del Nord America.

Popolazione dell’Alaska

La popolazione dell’Alaska è distribuita in modo disomogeneo in tutto lo Stato, con vaste aree con poche persone o nessuna. Più di un terzo degli abitanti dell’Alaska vive ad Anchorage o nei suoi dintorni, la città più grande. I nativi dell’Alaska – eschimesi (Inuit), Aleut e Indiani d’America – rappresentano circa un sesto della popolazione. Le nazionalità più diffuse tra il resto della popolazione includono russi, filippini, giapponesi e cinesi.

Economia dell’Alaska

L’economia dell’Alaska si basa sul petrolio, sul turismo e sulla pesca. Il petrolio ha portato all’Alaska così tanta ricchezza che lo Stato non ha imposte sul reddito. Inoltre, ogni anno lo Stato regala a ogni residente una parte del denaro ricavato dalla vendita del petrolio. Le imprese di servizi, come le compagnie aeree, i ristoranti e gli alberghi, si rivolgono ai turisti. Circa un quarto di tutti gli occupati dell’Alaska lavora per il governo federale, statale o locale.

Il salmone è uno dei prodotti principali dello Stato, insieme a granchi, halibut, aringhe e gamberi. La principale industria manifatturiera è la lavorazione del pesce e dei frutti di mare.

Storia dell’Alaska

Cacciatori e raccoglitori provenienti dall’Asia si stabilirono per la prima volta nell’attuale Alaska migliaia di anni fa. Nel 1728 vi giunse una spedizione russa guidata dall’esploratore danese Vitus Bering. Nel 1784 la Russia stabilì un insediamento e un posto di commercio di pellicce sull’isola di Kodiak, al largo della costa meridionale. La Russia possedette l’Alaska fino a quando gli Stati Uniti la acquistarono nel 1867: fu il Segretario di Stato americano William H. Seward a negoziare l’accordo.

Poiché molti americani pensavano che l’acquisto fosse uno spreco di denaro, l’Alaska è stata talvolta chiamata la “follia di Seward”. Le scoperte di oro nelle zone limitrofe del Canada e nell’Alaska stessa attirarono però molte persone nella zona negli anni 1890 e all’inizio del 1900. Mezzo secolo dopo, nel 1959, l’Alaska divenne il 49° Stato dell’Unione. Le scoperte petrolifere, soprattutto lungo la costa artica, cambiarono l’economia dello Stato. Negli anni ’70 fu costruito l’oleodotto Trans-Alaska per trasportare il petrolio dai giacimenti artici. L’oleodotto rese l’Alaska seconda solo al Texas nella produzione di petrolio degli Stati Uniti. All’inizio del XXI secolo, gruppi ambientalisti, funzionari governativi e dirigenti d’azienda hanno discusso sull’opportunità di aprire all’esplorazione petrolifera altri terreni di proprietà del governo in Alaska.

About The Author

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi