Nagoya, una breve guida alla scoperta di questa perla giapponese!

Grazie alla sua posizione sull’Oceano Pacifico, Nagoya si è sviluppata gradualmente fino a diventare il porto più trafficato del Giappone. A lungo importante sito produttivo di industrie tradizionali, come quelle operanti nel settore della ceramica e del tessile, oggi è diventata un’attrazione turistica grazie ai suoi numerosi laboratori e alle visite alle fabbriche. Molti dei siti storici della città rimangono comunque di impatto notevole, compreso il suo castello del XVI secolo, che, come gran parte del centro città, è stato ricostruito dopo la distruzione della seconda guerra mondiale. Insomma, questa città è un piacere da esplorare per la sua eccellente

4 luoghi da non perdere a Melbourne

Come noto, Melbourne è la capitale sportiva dell’Australia e… quindi non sorprende che uno stadio sportivo sia una delle principali attrazioni turistiche della città! Con una capacità di 100.000 persone e una storia che risale al 1853, il MCG è considerato uno degli stadi più grandi del mondo. Come stadio principale dei Giochi Olimpici del 1956 e del Commonwealth del 2006, luogo di nascita del Test Cricket e sede dell’Australian Rules Football, la “G” è inserita in maniera perfettamente integrata nel tessuto di Melbourne. Ogni giorno 75 minuti di tour portano i visitatori in un viaggio nella memoria di grandi

3 cose da vedere a Malta… oltre La Valletta!

Anche se molti turisti lo ignorano, Malta ha davvero tanto da offrire oltre La Valletta. Un esempio nello stesso arcipelato è rappresentato dall’isola di Gozo, forse la destinazione più affascinante delle isole maltesi. Con le sue città tranquille e le sue spiagge incontaminate, questa piccola isola è il luogo perfetto per godersi una vacanza rilassante per diversi giorni o anche per un soggiorno di una settimana. Anche se Gozo è meno sviluppata di Malta, l’isola ha molte attrazioni culturali: una città medievale fortificata, Victoria, una vivace località balneare, Marsalforn, e il più importante sito archeologico delle isole maltesi, Ggantija Temples,

4 cose imperdibili da vedere a Innsbruck

Innsbruck si trova nell’ampia valle dell’Inn, all’incrocio di due importanti vie di comunicazione tra la Germania e l’Italia e tra Vienna e la Svizzera. Tra le mete turistiche più popolari dell’Austria durante tutto l’anno, Innsbruck ha mantenuto il suo centro storico medievale con le sue strade strette e tortuose e le sue case alte in stile tardo gotico, donando ai visitatori un piacevole panorama. La maggior parte delle sue popolari attrazioni sono raggruppate vicino al centro storico, le cui affascinanti stradine strette offrono ai turisti un sacco di cose da vedere e da fare. Insomma, ovunque vi troviate, godrete di

Mini guida alle attrazioni imperdibili di Helsinki

Helsinki è la capitale della Finlandia e la sua città più grande. Posizionata su una penisola di granito sulla costa settentrionale del Golfo di Finlandia, di fronte al Mar Baltico, è stata fondata da re di Svezia Gustavo Vasa nel 1550, e nel 1808 la città fu incorporata nel Granducato di Finlandia. Dopo un grande incendio che distrusse un terzo della città nel 1808, Carl Ludwig Engel (1778-1840) fu incaricato di ricostruirla, e il centro storico neoclassico che ne risulta è disposto in ampie e belle strade e viali con abbondanti parchi. Il porto, dove attraccano molte delle quasi 300

palermo-1502989__340

In Sicilia da Palermo a Catania

La Sicilia è una meta perfetta in qualsiasi periodo dell’anno. In piena estate le spiagge dell’isola offrono un mare da sogno, nel resto dell’anno le città e i piccoli borghi dell’entroterra sono ideali per gite culturali o anche per un tour enogastronomico alla scoperta dei sapori della tradizione siciliana. Il problema principale di una vacanza in Sicilia viene spesso considerato il viaggio fino all’isola, mentre oggi l’aeroporto di Palermo è ben collegato a tutti i principali scali europei e italiani. La questione spinosa diventa quindi come spostarsi da Palermo verso le altre città.

5 cose da vedere nel Central Park

Il Central Park è il “giardino” di New York, con una lussureggiante area naturale che comprende un grande lago, nel bel mezzo di Manhattan. È evidentemente una delle maggiori attrazioni e patrimoni naturalistici della città, apprezzata dai turisti e utilizzata dalla gente del posto tutto l’anno. Innumerevoli scene di film e spettacoli televisivi sono state girate qui nel corso degli anni. Il parco ospita colline panoramiche, prati, parchi giochi, piste di pattinaggio, piste da ballo e molte attrazioni famose, tra cui lo Strawberry Fields, il castello di Belvedere e il Central Park Zoo. Attenzione, però: il parco è enorme e…

Guida a Cannes, le 8 cose che bisogna vedere!

Glamour al punto giusto Cannes è un piacevole mix di spiagge, isole vicine, caffè, boutique lungo Rue Meynadier e Rue d’Antibes, casinò e… tanto altro. Cominciamo da La Croisette, che merita sicuramente una lunga passeggiata in questa storica strada che costeggia la riva, dove poter ammirare il Mediterraneo e le dolci colline dell’Estérel. Passiamo poi a Iles de Lerins, quattro isole a soli 15 minuti di traghetto, che alcuni visitatori affermano essere più interessanti di Cannes stessa. Le due isole più popolari sono l’Île Ste-Marguerite e l’Île St-Honorat. È possibile visitare l’Île Ste-Marguerite per la sua incantevole spiaggia e per

Visitare Assisi, ecco che cosa non devi perdere

Assisi è una splendida località con tante cose da vedere… a cominciare dalla Basilica di San Francesco, una delle più importanti mete di pellegrinaggio in Italia e nel mondo. Si tratta di un gioiello straordinario, incastonato nella città costruita nel XIII secolo in onore di San Francesco. Dal 2000 è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO ed è un punto di riferimento distintivo per chi si avvicina ad Assisi. Completata nel 1253, è la chiesa gotica più antica d’Italia. In realtà, la Basilica è composta da due chiese, quella superiore e quella inferiore. L’interno della Chiesa Superiore è un importante esempio precoce dello

Viaggio ad Atene, mini tour tutto da gustare!

Atene è una città davvero fantastica, che merita di essere visitata con la giusta calma. Ma che cosa devi assolutamente vedere? Difficile cercare di strutturare un percorso che possa toccare tutti i punti di maggiore attrazione (come l’Acropolis) ma… noi abbiamo voluto creare un bel tour che ti sottoponiamo di seguito, partendo dalla Varvakios Agora, un mercato alimentare nella zona di Monastiraki. A partire dalle ore piccole, i venditori qui propongono le loro migliori offerte nel tentativo di vendere carne fresca, pesce, frutta, spezie e prodotti provenienti da tutto il Paese. Qui l’atmosfera è unica, diversa da tutte le altre:

Stati Uniti, calo dei viaggiatori imputabile a Trump?

Tra il 2015 e il 2017, solo due delle 12 principali destinazioni – Stati Uniti e Turchia – hanno registrato un calo nei viaggi a lungo raggio. Ne deriva che, sinteticamente, i viaggi verso gli Stati Uniti stanno calando, e che gli osservatori sembrano essere (quasi) concordi nel ritenere che la flessione dell’industria del turismo sia “colpa” del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

In modo più dettagliato, secondo l’Ufficio nazionale viaggi e turismo degli Stati Uniti, il numero dei visitatori internazionali è diminuito del 4 per cento nei primi sette mesi del 2017, con una tendenza che si è verificata in tutte le principali regioni, con l’Africa e il Medio Oriente che hanno riportato alcuni dei più drammatici declini su base statistica. Peraltro, il calo del turismo negli Stati Uniti contrasta con l’aumento del turismo a livello globale, rendendo ancora più forte questa contrapposizione.

Come anticipavamo, alcuni analisti ritengono che il flop turistico negli Stati Uniti sia determinabile anche ai commenti e alla retorica anti-immigrazione del presidente Trump, oltre alla presenza di regole di visto più severe per alcuni Paesi, e altre restrizioni. “Quando le persone viaggiano, cercano una piacevole esperienza emotiva” – ha dichiarato Vincent Wolfington, ex presidente del World Travel and Tourism Council, per poi aggiungere che “la percezione è che probabilmente in questo momento per visitare gli Stati Uniti bisogna superare troppi ostacoli”.

E così, dopo anni di aumenti costanti, i viaggi internazionali verso gli Stati Uniti hanno raggiunto il picco nel 2015 con 77,5 milioni di visitatori per poi calare già del 2 per cento nel 2016, con una flessione che ha poi accelerato nei primi sette mesi del 2017, secondo i dati nazionali.

La caduta del numero dei viaggiatori non è però uniforme. I visitatori dal Canada – in genere la fonte più popolosa di viaggiatori stranieri – sono infatti aumentati del 4,6 per cento su base annua fino a luglio, mentre le visite dei successivi due principali mercati turistici – Messico e Regno Unito – sono diminuite in misura consistente nello periodo. Anche i viaggi dalla Cina, che rappresenta il quinto più alto numero di visitatori, sono calati in misura vistosa, mentre stabili sono i viaggia dal quarto mercato per importanza, il Giappone.

About The Author

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi