Dublino, come trascorrere la mattina in città!

Dublino è una città che meriterebbe una visita prolungata e approfondita, considerato che ci sono davvero tante cose da fare. Tuttavia, se volete dedicare una mattina, prima magari di passare altrove, vi consigliamo di preparare degli snack e di indossare scarpe comode.

5 cose che devi vedere a Chicago

Chicago è una metropoli ricchissima di attrazioni e di luoghi di interesse storico e culturale. Non è dunque facile cercare di individuare le migliori location con cui arricchire il proprio viaggio. Tuttavia, al fine di provarci, riteniamo che non si possa non iniziare la propria giornata con il “Centro Storico” della Chicago Architecture Foundation: Il tour “Rise of the Skyscraper”, che inizia ogni giorno alle 10 del mattino tutto l’anno. Si tratta di un viaggio di 2 ore a piedi che ti permetterà di conoscere la storia dei più antichi grattacieli.

Boston, come viverla in un solo giorno!

Boston è conosciuta in tutti gli Stati Uniti per l’ottima densità delle sue attrazioni turistiche… il che significa che un giorno a Boston ti permetterà di ammirare tanti punti di interesse! Ma da dove partire? E cosa fare?

Guida ad Atene: una visita alle attrazioni essenziali!

Atene è una città vibrante e caotica, ricca di cose da vedere. Una destinazione che meriterebbe almeno qualche giorno di soggiorno ma… se non hai così tanto tempo, e magari hai solo un giorno a disposizione, c’è sicuramente un ristretto gruppo di attrazioni che ti consigliamo di visitare. Ma quali?

Dubai, il 2019 parte con il piede giusto

Il 2019 per Dubai sembra esser partito con il piede giusto. Di fatti, secondo i dati rivelati dal Dubai Department of Tourism & Commerce Marketing, la città ha registrato un drastico aumento dell’afflusso di turisti internazionali nel corso del mese di gennaio 2019. Più nel dettaglio, i dati ufficiali riferiscono che Dubai ha registrato un totale di 1,61 milioni di turisti nel mese di gennaio 2019 – in aumento rispetto ai 1,58 milioni di turisti che avevano visitato l’area nel corso del mese di gennaio 2018. In particolare, come era lecito attendersi, i visitatori hanno affollato attrazioni come la Palm

Berlino, una guida ad alcuni dei migliori hotel

Sei alla ricerca di qualche buon hotel a Berlino? Cominciamo con uno dei punti di riferimento per il tuo benessere, l’Hotel de Rome. Situato a Bebelplatz, è sicuramente una delle scelte più rilassanti! Situato a pochi passi dal Teatro dell’Opera, questo hotel è nato in un’ex banca del XIX secolo. L’antica volta è stata trasformata in una spa sotterranea di 8.600 metri quadrati, dove potrai tuffarti in una piscina con piastrelle in mosaico dorato, programmare un massaggio shiatsu e andare nella sauna finlandese. La maggior parte delle 145 camere sono eleganti e contemporanee, con letti king size e bagni enormi,

New York, visitare Metropolitan Museum of Art e Broadway

Il Metropolitan Museum of Art, o Met, come è più comunemente noto, è stato fondato nel 1870, ed è uno dei più famosi musei degli Stati Uniti. Se dunque stai progettando una visita a New York, non puoi assolutamente perderti questo museo metropolitano, la cui collezione permanente contiene più di due milioni di opere d’arte, per un periodo complessivo di 5.000 anni. Anche se il museo ha tre siti, il pezzo forte è sicuramente il Met Fifth Avenue: non perderlo! I punti salienti della collezione includono arti decorative americane, armi e armature, costumi, arte egiziana, strumenti musicali, fotografie e molto

British Museum, Big Ben e Galleria Nazionale: 3 luoghi da vedere a Londra

Devi andare a Londra e non sai che cosa valga la pena vedere nel primo giorno di visita? Inizia con il British Museum, che espone una delle più belle collezioni di antichità del mondo. Il British Museum contiene infatti più di 13 milioni di reperti provenienti dal mondo antico. Con oggetti inestimabili provenienti da Assiria, Babilonia, Cina, Europa e non solo, è… difficile sapere da dove cominciare! Tuttavia, la maggior parte dei turisti si dirigono per primi verso i reperti più famosi del museo: i controversi marmi di Elgin del Partenone, la pietra di Rosetta, il busto colossale di Ramesse

Dove alloggiare a Barcellona per la prima volta?

Per un viaggiatore che si trova a Barcellona per la prima volta, consigliamo di soggiornare nelle zone più centrali, con i migliori collegamenti con i mezzi di trasporto e un facile accesso alle attrazioni turistiche. Queste aree sono sicuramente quelle di Plaça de Catalunya, Las Ramblas e il Quartiere Gotico (il centro storico). Sul perché dovresti già aver intuito: queste aree sono facilmente accessibili per il trasporto verso il resto della città mediante la metropolitana e gli autobus, e verso l’aeroporto di Barcellona con gli autobus Aerobus o TMB che partono da Plaça de Catalunya. Tuttavia, se il tuo budget

Cosa vedere a Dublino, 5 attrazioni da non perdere!

Immersa nella storia, costellata di sontuose e vecchie biblioteche, sede del Guinness bar panoramico più bello del mondo, un soggiorno nella città di Dublino offre esperienze davvero straordinarie. Dall’esplorazione dell’affascinante castello a una crociera nella baia di Dublino, sono davvero tante le cose da vedere e da fare nella propria prima esperienza in questa città irlandese. General Post Office L’imponente General Post Office di Dublino in O’Connell Street è la culla e il punto focale del nazionalismo irlandese. Fu qui, nell’aprile 1916, che fu proclamata la Repubblica irlandese, ponendo così le basi per la sanguinosa e violenta ascesa pasquale. Oggi,

Islanda: quanti turisti (realmente) riceve?

La straordinaria crescita del numero di turisti in Islanda da quando il settore del turismo si è aperto in misura consistente, potrebbe effettivamente essere stata sopravvalutata. È infatti emerso che le statistiche di arrivo negli ultimi anni hanno tenuto conto non solo dei i turisti ma… anche diversi viaggiatori che in realtà non hanno mai lasciato l’aeroporto.

Nel 2010, infatti, poco più di 450.000 persone hanno visitato il paese del Nord Europa, alla ricerca di paesaggi sbalorditivi, una moltitudine di cascate e geyser geotermici. Ebbene, lo scorso anno tale cifra era già salita a 2,2 milioni, un livello in continua crescita che ha sollevato molte domande su come una piccola nazione possa far fronte a tale afflusso e proteggere il suo paesaggio naturale.

Tuttavia, un’analisi delle sue reali statistiche turistiche ha mostrato che il numero di visitatori nel 2016 – 1,8 milioni – potrebbe essere più vicino a 1,5 milioni, in quanto circa 250.000 di arrivi erano stranieri che vivevano in Islanda, oppure passeggeri aerei che utilizzavano l’aeroporto internazionale di Reykjavik per collegarsi a un altro volo, o ancora che rimanevano in città per poche ore prima di partire per casa o per proseguire il viaggio. L’aeroporto di Keflavik di Reykjavik sta crescendo come hub per i viaggi transatlantici grazie ai vettori WOWair e Icelandair, ma questo non deve far intendere che tutti gli arrivi siano in realtà di turisti interessati a rimanere nell’isola.

In particolare, un sondaggio realizzato lo scorso anno dal ministro del turismo islandese ha rilevato che il 5 per cento dei passeggeri si “auto-collegano” sui voli da e per l’aeroporto di Keflavik, il 6 per cento “ha usufruito di alcuni servizi fuori dall’aeroporto senza pernottamento” e il 3 per cento “erano cittadini stranieri che vivevano in Islanda”, costituendo così il 14 per cento della cifra totale degli arrivi.

Le statistiche ci dicono inoltre che i dati di arrivo per marzo di quest’anno sono aumentati del 3% rispetto all’anno scorso, ma a causa del modo in cui vengono contati i visitatori è molto probabile che il numero di turisti in visita in Islanda a marzo sia diminuito. Insomma, i dati del turismo del 2017 di 2,2 milioni di visitatori è molto più probabile che siano un po’ meno di 2 milioni. Un bel dato, ma meno roseo di quanto dichiarato.

Tags:

About The Author

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi