Guida essenziale ad Anversa

Capitale culturale delle Fiandre, la zona settentrionale del Belgio di lingua olandese, Anversa è sia una vivace città portuale industriale che un centro storico di invidiabile attrazione per l’artigianato e l’arte belga. La città era una volta sede di artisti famosi come Rubens, van Dyck e Jordaens, e secoli di prosperità commerciale hanno lasciato in eredità un’eredità una evidente bellezza architettonica, che comprende la magnifica cattedrale, il municipio e molti altri edifici storici eccezionali nel centro storico della città. Noi ti consigliamo di partire, con la tua visita, dalla Grand Place (Grote Markt), con il suo municipio e numerose case

Aomori, una breve guida a questa splendida prefettura giapponese

La prefettura di Aomori è la prefettura più a nord di Honshu (l’isola principale del Giappone), e a causa della sua posizione relativamente remota, spesso viene dimenticata dai grandi flussi turistici. Tuttavia, questa prefettura ha molto da offrire: festival spettacolari, cibo delizioso, templi unici, musei affascinanti, sci, e molto altro ancora. È inoltre un luogo perfetto da visitare tutto l’anno! Noi ti consigliamo di cominciare con il Centro Aspam, il luogo ideale per iniziare la tua visita ad Aomori. Si tratta infatti del principale centro di informazione turistiche, ma in realtà include molto di più di questo. Ci sono ristoranti

Cosa fare e vedere alla Baia di Apollo

La baia di Apollo è probabilmente uno dei tratti costieri più panoramici dell’Australia. A meno di tre ore di macchina da Melbourne, lungo la Great Ocean Road, questa baia è la base ideale per esplorare la regione, le sue splendide coste e i magnifici Otway Ranges. Peraltro, non farai certamente fatica nell’innamorarti di questa zona: per i turisti c’è infatti la disponibilità di una costa panoramica, foreste pluviali, cascate, ottimo vino e cibo, edifici storici e fauna selvatica. Insomma, tutto quanto si può desiderare per una vacanza rilassante, in aggiunta a sistemazioni di qualità, e l’Otway Fly per i più

4 località del Marocco da non perdere!

Con così tante cose da vedere, il Marocco è una vera e propria miniera di luoghi di interessi. Perché non partire da Tangeri, la più europea di tutte le città marocchine, con un ruolo affascinante e sfaccettato giocato nella storia letteraria del XX secolo, e con un livello di attrazione turistica impressionante. È questa la città che ha ispirato opere famose come The Sheltering Sky di Paul Bowles e Naked Lunch di William Burroughs.

Nashville, alla scoperta della capitale della musica country

Nashville, capitale del Tennessee, si trova quasi al centro dello Stato, sul fiume Cumberland. Grazie alla sua importanza come luogo di apprendimento – la città vanta molte università e college – insieme alla sua superba riproduzione del Partenone, è spesso chiamata la “Atene del Sud” ed è una delizia da esplorare a piedi. Fondata nel 1779, Nashville è forse meglio conosciuta come la capitale della musica country, come testimoniano attrazioni come la Country Music Hall of Fame e il famoso quartiere Music Row della città. La città è anche un ottimo punto di partenza per esplorare il resto del Tennessee,

Nagoya, una breve guida alla scoperta di questa perla giapponese!

Grazie alla sua posizione sull’Oceano Pacifico, Nagoya si è sviluppata gradualmente fino a diventare il porto più trafficato del Giappone. A lungo importante sito produttivo di industrie tradizionali, come quelle operanti nel settore della ceramica e del tessile, oggi è diventata un’attrazione turistica grazie ai suoi numerosi laboratori e alle visite alle fabbriche. Molti dei siti storici della città rimangono comunque di impatto notevole, compreso il suo castello del XVI secolo, che, come gran parte del centro città, è stato ricostruito dopo la distruzione della seconda guerra mondiale. Insomma, questa città è un piacere da esplorare per la sua eccellente

4 luoghi da non perdere a Melbourne

Come noto, Melbourne è la capitale sportiva dell’Australia e… quindi non sorprende che uno stadio sportivo sia una delle principali attrazioni turistiche della città! Con una capacità di 100.000 persone e una storia che risale al 1853, il MCG è considerato uno degli stadi più grandi del mondo. Come stadio principale dei Giochi Olimpici del 1956 e del Commonwealth del 2006, luogo di nascita del Test Cricket e sede dell’Australian Rules Football, la “G” è inserita in maniera perfettamente integrata nel tessuto di Melbourne. Ogni giorno 75 minuti di tour portano i visitatori in un viaggio nella memoria di grandi

3 cose da vedere a Malta… oltre La Valletta!

Anche se molti turisti lo ignorano, Malta ha davvero tanto da offrire oltre La Valletta. Un esempio nello stesso arcipelato è rappresentato dall’isola di Gozo, forse la destinazione più affascinante delle isole maltesi. Con le sue città tranquille e le sue spiagge incontaminate, questa piccola isola è il luogo perfetto per godersi una vacanza rilassante per diversi giorni o anche per un soggiorno di una settimana. Anche se Gozo è meno sviluppata di Malta, l’isola ha molte attrazioni culturali: una città medievale fortificata, Victoria, una vivace località balneare, Marsalforn, e il più importante sito archeologico delle isole maltesi, Ggantija Temples,

4 cose imperdibili da vedere a Innsbruck

Innsbruck si trova nell’ampia valle dell’Inn, all’incrocio di due importanti vie di comunicazione tra la Germania e l’Italia e tra Vienna e la Svizzera. Tra le mete turistiche più popolari dell’Austria durante tutto l’anno, Innsbruck ha mantenuto il suo centro storico medievale con le sue strade strette e tortuose e le sue case alte in stile tardo gotico, donando ai visitatori un piacevole panorama. La maggior parte delle sue popolari attrazioni sono raggruppate vicino al centro storico, le cui affascinanti stradine strette offrono ai turisti un sacco di cose da vedere e da fare. Insomma, ovunque vi troviate, godrete di

Mini guida alle attrazioni imperdibili di Helsinki

Helsinki è la capitale della Finlandia e la sua città più grande. Posizionata su una penisola di granito sulla costa settentrionale del Golfo di Finlandia, di fronte al Mar Baltico, è stata fondata da re di Svezia Gustavo Vasa nel 1550, e nel 1808 la città fu incorporata nel Granducato di Finlandia. Dopo un grande incendio che distrusse un terzo della città nel 1808, Carl Ludwig Engel (1778-1840) fu incaricato di ricostruirla, e il centro storico neoclassico che ne risulta è disposto in ampie e belle strade e viali con abbondanti parchi. Il porto, dove attraccano molte delle quasi 300

Città da visitare in Sicilia: Agrigento

valle dei templi

Agrigento valle dei templi

Agrigento è una delle città più belle, e storicamente importanti, della Sicilia. Eppure, la prima cosa che ci viene in mente, parlando di questa città, è solo la famosa Valle dei Templi.

Agrigento, invece, ha molto di più: ecco, a questo proposito, una piccola guida turistica.

La città è stata fondata intorno al 580 a.C.: è stata sede di differenti popoli che, a lungo andare, hanno lasciato un’impronta ben visibile al suo interno.

Agrigento è nota, come abbiamo anticipato, come Valle dei Templi per la sua distesa di templi dorici dell’antica grecia posti nell’omonima valle. Quest’ultima, dal 1997, è stata inserita tra i patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Ma se cercate qualcosa di più, ecco una mini guida interessante, e allo stesso tempo completa.

Luoghi da visitare ad Agrigento

Se siete in città ed avete almeno una giornata di tempo, allora vi consigliamo alcune mete imperdibili.

Iniziamo con il bellissimo Museo archeologico Nazionale di San Nicola: realizzato negli anni ’60, questo museo poggia su antiche mura restaurate (ovvero il chiostro di San Nicola), ed è stato ampliato su nuovi edici.

Il museo permette di ammirare uno spaccato della vita dei coloni greci. Non solo: potrete seguire una visita guidata che si soffermerà sul portale gotico della chiesa cistercense, da cui si può ammirare il panorama che affaccia proprio sulla valle dei Templi, e sui resti delle agorà.

Continuando il nostro tour di Agrigento, non possiamo non fermarci al tempio di Ercole: viene riconosciuto come il tempio più antico di tutta la valle, ed è stato costruito con la roccia sedimentaria del posto.

Cattedrale di San Gerlando

Cattedrale di San Gerlando

La cattedrale di San Gerlando, invece, originariamente era stata consacrata come chiesa della Madonna Assunta. Nel corso degli anni ha subito varie ricostruzioni, in seguito a frane e terremoti, mentre la Torre Campanaria situata al suo fianco venne costruita nel 1470 dal Canonico Giovanni Montaperto.

Parliamo, poi, della zona turistica più visitata e conosciuta, ovvero la valle dei Templi: questo sito archeologico racchiude al suo interno i resti di 10 templi, tre santuari, una numerosa concentrazione di necropoli, l’agorà inferiore e quella superiore, oltre che un Olympeion e un Bouleuterion (ovvero una sala del consiglio).

Il parco geologico di questa valle è considerato come il complesso archeologico più vasto al mondo.

Un altro sito molto importante ( e che spesso viene accomunato alla Valle dei Templi) è la cosiddetta Rupe Atenea: è stato identificato come il punto più alto dell’antica città di Akragas, dove sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici di grande valore.

Celebrazioni e feste ad Agrigento

La città ospita durante l’anno numerose manifestazioni artistiche e culturali. Alcune delle più importanti sono La Sagra del Mandorlo in Fiore, e Il Presepe Vivente di Montalperto.

La prima è una festa dedicata all’arrivo della primavera: solitamente ad Agrigento, infatti, i mandorli fioriscono prima rispetto alle altre città (merito, forse, del clima mite), e per rimarcare questa cosa eccezionale si festeggia in piazza, e per 7 lunghi giorni, a partire dalla prima settimana di febbraio.

Il presepe vivente di Montalperto, invece, dal 2008 è un appuntamento imperdibile: l’antica Betlemme rivive lungo le vie del paese. Durante il periodo natalizio, poi, è possibile degustare le specialità tipiche della zona, quali ad esempio U’Pani cunzatu, i ceci in brodo, la tipica ricotta e il buonissimo latte di mandorla.

In definitiva, passare una vacanza ad Agrigento vi permetterà non solo di fare la scorta di cibi prelibati e dai sapori autentici, ma vi garantirà un giro turistico lungo tutta la storia.

Oltre alla bellissima Valle dei Templi, infatti, avrete la possibilità di ammirare le bellezze artistiche che si sono conservate fino ad oggi nei musei.

About The Author

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi